CRAVATTINI RIGATI ALLA CURCUMA FATTI IN CASA

Quanto mi piace mettere le mani pasta. E vista la soddisfazione che mi hanno dato sia gli gnocchetti sardi che i garganelli fatti in casa, ecco allora un altro formato di pasta fatto rigorosamente a mano: CRAVATTINI RIGATI ALLA CURCUMA FATTI IN CASA. Sono semplicissimi da fare, allegri e allo stesso tempo eleganti. Se vi piacciono, prepariamoli insieme!


INGREDIENTI
 
(Per 4 persone)
 
  • 200 gr di farina di semola
  • 2 uova a pasta gialla grandi
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • sale

PROCEDIMENTO
 
Su una spianatoia o un piano di lavoro mettiamo la farina e formiamo la classica fontana, poi aggiungiamo le uova, il pizzico di sale e l’olio (per dare più elasticità alla pasta).
 

Ora sbattiamole con una forchetta fino ad amalgamare bene i tuorli con gli albumi e poi aggiungiamo la curcuma.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

Se vediamo che l’impasto è un pochino asciutto, possiamo aggiungere un pochino d’acqua.

A questo punto lavoriamo ancora un po’ la pasta fino a vederla liscia e compatta e comunque non preoccupiamoci troppo della lavorazione perché dopo potremo lavorarla ulteriormente e senza fatica con la macchinetta per la pasta.

Adesso avvolgiamo la pasta nella pellicola e facciamola riposare per almeno mezz’ora.

Vi ricordo che la pasta più riposa più sarà facile stenderla, sopratutto se usiamo il mattarello.

Ora tagliamo un pezzo di pasta, coprendo sempre quella che non usiamo, per evitare che si asciughi troppo.

Lavoriamo qualche istante con lo spessore grande, poi selezioniamo la penultima tacca e infine stendiamo la pasta.

A questo punto ritagliamo dei quadrati che abbiamo 6 cm di lato.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

Ora mettiamo il quadrato sul rigagnocchi, girato come un rombo, e poi passiamo sopra il legnetto pressandolo un po’.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

Ora giriamo il rombo e righiamo il lato opposto.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

A questo punto pinziamo il rombo partendo da un vertice fino al vertice opposto, facendo una bella pressione al centro per sigillare bene il cravattino.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

Come vedete il nostro cravattino è rigato sia sopra che sotto.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

Procedete così con il resto della pasta, impastando e stendendo di nuovo i ritagli di pasta.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

Se i cravattini alla curcuma fatti in casa non li consumiamo tutti subito possiamo conservarli in frigo per 3 o 4 giorni.

Oppure li facciamo asciugare all’aria, anche una notte (così non si attaccheranno tra loro) e poi li possiamo congelare mettendoli nelle apposite buste.

Quando li useremo basterà buttare i cravattini rigati alla curcuma fatti in casa ancora congelati nell’acqua bollente e poi procedere come di consueto.

cravattini rigati alla curcuma fatti in casa

Se ti piace fare la pasta fatta in casa prova anche queste ricette:

la cucina di ginetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.