RIGATONI NIDO D’APE

Sia che la facciamo con solo acqua e farina sia che la facciamo con le uova, la pasta fatta in casa dà sempre una grande soddisfazione.

Come già altre volte vi ho raccontato, quando ho in mente di fare la pasta, inizialmente non ho mai le idee chiare su che forma dare, poi nasce da sola, su passaggi inaspettati oppure su quelli che credo errori e che invece si risolvono in nuovi inaspettati formati, come questi originali RIGATONI NIDO D’APE!

Se questo nuovo formato di pasta vi è piaciuto, prendete un rigagnocchi e venite in cucina con me per prepararli insieme!

rigatoni nido d'ape

INGREDIENTI
 
Per circa 400 gr di rigatoni nido d’ape
 
  • 100 gr di farina di semola
  • 200 gr di farina 00
  • 3 uova grandi a pasta gialla
  • 1 pizzico generoso di sale
  • 3 cucchiaino di olio evo

PROCEDIMENTO
 
In un recipiente raccogliamo le due farine con le uova, l’olio, il sale e amalgamiamo il tutto con una forchetta, sbattendo prima un po’ le uova.
 
Quando non riusciamo più a lavorare la farina con la forchetta, rovesciamo l’impasto sul piano di lavoro e lo lavoriamo qualche istante fino a formare una pasta abbastanza compatta e liscia.
 
Copriamo il panetto di pasta con la pellicola e la facciamo riposare per circa 30 minuti.
 
 
rigatoni nido d'ape
rigatoni nido d'ape
rigatoni nido d'ape

Ora riprendiamo il panetto di pasta, ne stacchiamo un pezzo, lo lavoriamo un paio di volte con la macchinetta e poi la stendiamo alla tacca n°4.

Se vogliamo fare un lavoro perfetto, prendiamo un righello e ritagliamo dei rettangoli di pasta larghi come il righello, 5cm, poi da ogni rettangolo ricaviamo dei pezzi di pasta di 3cm.

Riassumendo dobbiamo creare dei rettangoli 3cm x 5cm.

rigatoni nido d'ape
rigatoni nido d'ape
rigatoni nido d'ape

Prendiamo quindi il rigagnocchi, poggiamo sopra il pezzetto di pasta, la arrotoliamo intorno al bastoncino e la facciamo rotolare sul rigagnocchi obliquamente, prima in un verso poi nell’altro.

Il video che segue sarà più esplicativo delle mie parole 😄

Per farla chiudere bene, la pasta deve restare sempre bella morbida, quindi la pasta che non stiamo usando la copriamo con un telo umido o con pellicola.

Una volta terminato di fare tutti i rigatoni nido d’ape, la lasciamo asciugare un po’ all’aria.

I nostri rigatoni nido d’ape sono pronti ora per essere coccolati da gustosi sughetti!

rigatoni nido d'ape

______________________________________________________________________________

SUGGERIMENTI

➡️ Possiamo preparare la pasta anche il giorno prima e lasciarla riposare in frigo coperta con pellicola. La pasta si stenderà in un attimo, anche con il mattarello.

➡️ Mentre lavoriamo i rigatoni nido d’ape, copriamo la pasta che non stiamo usando con un panno umido o la pellicola, così rimarrà bella morbida e facile da lavorare.

➡️ Una volta che avremo finito di fare i rigatoni nido d’ape, la facciamo asciugare.

➡️ Se facciamo asciugare i rigatoni nido d’ape per almeno due giorni, la possiamo conservare in un sacchetto come la normale pasta secca.

➡️ Possiamo anche congelarli.

➡️ Per congelarli bene, i mettiamo su un vassoio distanziati. Quando saranno congelati possiamo raccoglierli in buste e riporli nel freezer.

➡️ Quando li dobbiamo usare non si devono scongelare, ma tuffare direttamente nell’acqua bollente.

____________________________________________________________________________

Ti piace fare la pasta fatta in casa?

Prova anche queste ricette:

SPIGHE DI PASTA ALL’UOVO
CONI RIGATI ALL’UOVO
GNOCCHI VIOLA
CAPPELLINI FATTI IN CASA
GRAMIGNA ALL’UOVO FATTA IN CASA
FARFALLINE FATTE IN CASA
LORIGHITTAS PASTA TIPICA SARSA
CRAVATTINI RIGATI ALLA CURCUMA FATTI IN CASA
GARGANELLI FATTI IN CASA
GNOCCHETTI SARDI CON FARINA DI SEMOLA
ORECCHIETTE FATTE IN CASA
CRESTE DI GALLO CON ZUCCA E BURRATA
FUSILLI DI SEMOLA ATTORCIGLIATI CON LO SPIEDINO
SPATZLE BIANCHI
ROSELLINE DI PASTA ALL’UOVO
FETTUCCINE RICCE ALL’UOVO
SOMBRERI DI FARINA DI SEMOLA E ACQUA
GARGANELLI DI CARNEVALE

la cucina di ginetta


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.