CREMA PASTICCERA

La CREMA PASTICCERA è una preparazione base della pasticceria. Con la crema si possono preparare e creare tanti dolci ma è talmente buona e golosa che si può anche gustare da sola come dessert, magari accompagnata da qualche biscottino. Seguite la mia ricetta e avrete una crema pasticcera dalla giusta consistenza, bella lucida, profumata di vaniglia e che non sa di farina perché non c’è! Quindi perfetta per gli intolleranti al glutine.

crema pasticcera

INGREDIENTI
 
  • 6 tuorli d’uovo
  • 140 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di amido di mais
  • 500 gr di latte intero
  • buccia di limone
  • 1 bustina di vanillina o 1 bacca di vaniglia

 
PROCEDIMENTO
 
Mettete a scaldare il latte in una pentola insieme alla buccia di limone, mi raccomando solo la parte gialla, e la vanillina o la polpa della bacca di vaniglia.
 
crema pasticcera

Ora sbattete i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare un po’ chiari e poi aggiungete l’amido di mais.

crema pasticcera

Adesso togliete la buccia di limone dal latte caldo poi versate uno o due mestoli di latte nel composto con le uova per stemperarle e diluirle un po’ ed evitare così che si formino grumi.

crema pasticcera

Ora versate il composto con le uova nella pentola con il latte restante.

Rimettete quindi la pentola con la crema sul fuoco a calore moderato e, sempre mescolando, fate addensare.

crema pasticcera
crema pasticcera

Vedrete che si formerà una fantastica crema densa e bella lucida.

Ora la cosa importante è non far formare quella antipatica pellicola in superfice.

Quindi per evitare questo, versate la crema pasticcera in un recipiente e copritela con la pellicola, che deve aderire perfettamente alla crema.

Quando sarà quasi fredda togliete la pellicola, date una bella mescolata e la vostra crema pasticcera sarà pronta per essere usata.

crema pasticcera

SUGGERIMENTI

➡️ Dopo che avete scaldato il latte, togliete sempre la buccia di limone. Se la lasciate, rischiate di far diventare amara la crema.

➡️ Consiglio di cuocere la crema pasticcera con uno spargifiamma, perché il calore diffuso non farà attaccare la crema, che dovrete sempre continuare a girare.

➡️ La bacca di vaniglia va incisa nella sua lunghezza e va raschiata la sua polpa interna.

______________________________________________________________________________

Ti è piaciuta questa ricetta?

Prova anche questi dolci:

BIGNOLINI DI SAN GIUSEPPE
ROTOLO GOLOSO CON CREMA DI CACCAO E NOCCIOLE
BISCOTTI OCCHI DI BUE CASALINGHI
PANINI CON GOCCE DI CIOCCOLATO
DOLCETTI AL LIMONE SEMPLICI E VELOCI
la cucina di ginetta

➡️


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.