BRUSTENGOLO

Il BRUSTENGOLO è un dolce tipico della tradizione umbra che si usa fare sopratutto sotto le feste di Natale. Nasce come dolce povero, infatti i suoi ingredienti molto semplici, come polenta, frutta secca e mele, erano presenti in tutte le case.

Brustengolo


INGREDIENTI
 

Ingredienti per uno stampo da cm 28/29:

Per praticità ho usato la polenta istantanea, ma la ricetta nasce con la polenta tradizionale fatta cuocere a lungo.

  • 250 gr di polenta istantanea
  • 800 gr di latte o acqua
  • 150 gr di zucchero
  • 125 gr di uvetta
  • 80 gr di mistrà
  • 15 gr di pinoli
  • 40 gr di noci
  • 1 mela grande o 2 piccole
  • 3 cucchiai di olio evo
  • mezzo cucchiaino di semi di anice
  • cannella
  • buccia di 1 arancia grattugiata
  • sale
 
PROCEDIMENTO
In una ciotola fate rinvenire l’uvetta insieme al mistrà, per almeno 20 minuti.
 
Oppure potete scaldate l’uvetta con il mistrà per 40 secondi al microonde.
Fate tostare leggermente le noci e i pinoli. 
 
Una volta tostati, sminuzzateli grossolanamente.
Scaldate il latte o l’acqua.
Mettete la polenta istantanea in un recipiente, versateci il latte caldo o l’acqua e girate per non formare grumi.
Dobbiamo ottenere un composto morbido, quindi, se serve, unite altro latte o acqua calda.
 
Aggiungete lo zucchero, un bel pizzico di sale e mescolate bene.
Tagliate la mela a piccoli tocchetti.
 
Unite la mela alla polenta insieme alle noci, i pinoli, la cannella (nella quantità che più vi piace), i semi di anice, la buccia grattugiata dell’arancia e l’uvetta con tutto il liquore di ammollo.
 
Amalgamate bene tutti gli ingredienti.
Ungete una teglia.
 
Foderate il fondo della teglia con carta forno e cospargete i bordi con farina di riso.
 
Sgrullate l’eccesso di farina di riso.
 
Versate il composto di polenta nella teglia.
 
Compattatelo e livellatelo con il dorso di un cucchiaio bagnato.
 
Mettete in forno già caldo a 180°C per circa 50 minuti e comunque sempre in base al vostro forno e fino a quando non vediamo un bel colore dorato.
Dal momento che in questo dolce non c’è farina bianca, ho preferito spolverare i bordi della teglia con farina di riso, così anche gli intolleranti potranno assaggiare questo dolce.
 
Se sostituiamo il latte con l’acqua, diventa anche un dolce vegano.
 
 
 
 
 
 
 
 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.